Il Progetto

Epicentro_ perché l'iniziativa scaturisce dal terremoto che ha devastato il nostro territorio, e su questo ci concentriamo

11_ perché undici giovani artisti si spendono per realizzare delle grandi opere

arte_ perché salverà il nostro territorio, in quanto espressione estetica, in qualsiasi forma, dell'interiorità umana

per ricostruire l'arte_ perché la nostra missione è risanare la ferita aperta nell'arte del nostro territorio


In questa prima edizione le opere sono state realizzate in contemporanea in una sessione pittorica nella location di Palazzo, piccolissimo borgo del Comune di Esanatoglia ristrutturato a seguito del terremoto del ‘97. I fondi raccolti dalla vendita delle 10 opere saranno devoluti per il recupero degli arredi di Casa Zampini ad Esanatoglia, progettati nel 1925 da Ivo Pannaggi, noto futurista marchigiano dei primi del ’900. L’evento è a titolo volontario e gratuito, ovvero tutti i partecipanti prestano le proprie competenze e lavoro senza alcun compenso.


EVENTO 1.0

In questa prima edizione le opere sono state realizzate in contemporanea in una sessione pittorica nella location di Palazzo, piccolissimo borgo del Comune di Esanatoglia ristrutturato a seguito del terremoto del ‘97. I fondi raccolti dalla vendita delle 10 opere saranno devoluti per il recupero degli arredi di Casa Zampini ad Esanatoglia, progettati nel 1925 da Ivo Pannaggi, noto futurista marchigiano dei primi del ’900.




I nostri Artisti


I Nostri Sponsor

Il tuo contributo è importante!

Acquista le opere partecipando all’asta. Il preventivo dei lavori di primo intervento, consistente nel lavoro di tamponamento dell’ulteriore degrado, è pari ad €15000, e comprende anche le analisi specifiche e le valutazioni del successivo intervento di restauro e recupero degli arredi di Casa Zampini, che ammonteranno a non meno di €40000. L’offerta deve essere formalizzata inviando una mail all’indirizzo info@epicentro11.it contenente l’indicazione dell’opera prescelta, l’importo offerto e i dati personali dell’offerente. L’asta sarà continuamente aggiornata pubblicando nella sezione riferita all’opera tutte le offerte ricevute. La consegna delle opere è prevista a fine progetto – giugno 2018 - per consentirne l’esposizione ad eventi, comunicati attraverso la pagina Facebook “Epicentro11 – l’arte per ricostruire l’arte”.